BIBLIOTECA UNIVERSITARIA

Foggia (FG)

Tipologia Edilizia civile, Ristrutturazioni, Restauri
Attività
Adeguamento tecnologico
Ristrutturazione
Valore (mIl/euro) 1
Periodo 2017 - 2019

  • CH UNI FOGGIA 01
  • CH UNI FOGGIA 02
  • CH UNI FOGGIA 03BIS
  • CH UNI FOGGIA 04BIS
LA PALESTRA EX GIL DIVENTA BIBLIOTECA PER GLI STUDENTI DI ECONOMIA
A Foggia nuova destinazione d'uso dello storico edificio del Ventennio

Nell’ambito del progetto O.A.S.I. dell’Università di Foggia, si inserisce l’intervento di SICREA Group volto a ristrutturare l’ex palestra GIL di via Mazzei, già via Galliani, a Foggia.

O.A.S.I. è l’acronimo di Biblioteche Open Access e Sistemi Innovativi. Con questo progetto l’Università di Foggia, classificatasi come miglior Ateneo pugliese nell’ambito del bando regionale SMART, realizza concretamente l’idea delle biblioteche vissute come “oasi” informative ed erogatrici di servizi innovativi alla città.

Punti di stazionamento, lettura, consultazione, approfondimento sono i cardini di O.A.S.I. che concretamente trovano espressione nella realizzazione della nuova biblioteca con 116 posti lettura nell’ex palestra GIL, uno dei molti edifici pubblici realizzati negli anni Venti coi programmi di edilizia pubblica sociale.

L’immobile, costruito nel 1931, riprende le caratteristiche architettoniche e razionali delle scuole - palestre tipiche del periodo fascista. I prospetti principali del corpo centrale, che affacciano a nord e a sud, sono caratterizzati da grandi e austere aperture finestrate che si estendono per tutta l’altezza dello stesso corpo.

La palestra, grazie ai lavori di ristrutturazione e adeguamento portati avanti da SICREA Group, lascerà spazio perciò alla nuova Biblioteca, destinata a servire il confinante Dipartimento di Economia dell’Università di Foggia.

Sale lettura, aree di archiviazione dei volumi, sale di consultazione specialistica, musealizzazione di uno spazio interno alla sala lettura e allestimento di una saletta con attrezzature per utenti con disabilità visive rendono questo progetto particolarmente innovativo e, al tempo stesso, rispettoso delle strutture esistenti interessate da interventi di restauro e recupero conservativo.

Si provvederà al consolidamento delle murature portanti e alla ristrutturazione del corpo di fabbrica. Per consentire la visibilità del sito archeologico verrà praticata un’apertura nella platea di fondazione. Postazioni aggiuntive per la lettura e la conservazione dei volumi verranno garantite dal ballatoio in carpenteria metallica che si sviluppa lungo i tre lati del vano “ex palestra”. 
 
condividi
  • Google Bookmarks
  • Twitter
  • Linkedin