PONTE e INFRASTRUTTURE ZAMBRA

Barberino Val d'Elsa (FI)

Tipologia Strade, Ponti, Infrastrutture
Attività
Progettazione
Costruzione
Valore (mIl/euro) 6
Periodo 2015 - 2017

  • Colleg Zambra_ValdElsa_A401_151026043516
  • Colleg Zambra_ValdElsa_B401_151026043516
  • Zambra_piloni_01
  • Zambra_piloni_02
  • ZAMBRA_00
  • ZAMBRA_01
  • ZAMBRA_02
  • ZAMBRA_03
COLLEGAMENTO  TRA VECCHIA E NUOVA SRT 429
Un'opera importante per la riqualificazione dell'area

Il nuovo collegamento stradale si innesta nell’ambito della più ampia progettazione della "Variante alla SRT 429", nel tratto Poggibonsi- Certaldo per il collegamento con la vecchia SRT 429 in località Zambra tra i comuni di San Gimignano e Barberino Val D’Elsa. Il tratto di variante è parte integrante del processo di riqualificazione del collegamento fra il raccordo autostradale Firenze – Siena (svincolo di Drove) e la Strada di Grande Comunicazione Firenze – Pisa – Livorno, sulla quale si innestano altri importanti componenti del sistema regionale della mobilità quali l’aeroporto di Pisa, il Porto di Livorno e l’Interporto di Guasticce.
L’intervento risolve alcune problematiche della viabilità locale, consentendo ad esempio l’accesso da entrambi gli assi stradali alla zona industriale della Zambra e al ponte che attraversa l’Elsa a quota idraulica inferiore alla piena, nonché colmando la necessità di Rete Ferroviaria Italiana di sopprimere il passaggio a livello della Zambra, punto di criticità del tracciato ferroviario Poggibonsi-Empoli ormai completamente a binario raddoppiato.

Le opere di progetto si sviluppano in corrispondenza del confine tra i Comuni di San Gimignano e Barberino Val D’Elsa, ovvero tra le Province di Siena e Firenze, dove il limite territoriale è rappresentato dal fiume Elsa. Partendo dall’intersezione tra la nuova SRT 429 e la viabilità di accesso all’area industriale di Cusona, risolta mediante un’intersezione a rotatoria, il nuovo collegamento prevede l’adeguamento di un tratto della viabilità esistente fino al parcheggio della zona Industriale di Cusona. Qui, mediante la nuova “Rotatoria Zambra”, vengono servite le viabilità esistenti e il nuovo collegamento con la vecchia SRT 429.

Immediatamente al termine del lotto adibito a parcheggio inizia il ponte strallato, con un sottopasso carrabile in corrispondenza della spalla sinistra della nuova opera che evita l’intersezione della viabilità esistente con l’asse in progetto. Il ponte supera il fiume Elsa e l’area di compenso volumetrico della lottizzazione del “Molino della Zambra”, senza naturalmente inficiarne la funzionalità.

Il tracciato prevede la realizzazione di un tratto di rilevato in terra rinforzata per limitare l’ingombro del nuovo corpo stradale, di altezza considerevole rispetto al piano campagna in questo tratto. Successivamente la nuova infrastruttura si dirige verso la Distilleria Zambra e il vivaio ad esso adiacente, scavalcando la ferrovia Empoli-Poggibonsi per scendere su rilevato fino alla nuova rotatoria di innesto con la vecchia SRT 429.

Successivamente la nuova infrastruttura scavalca la ferrovia Empoli Poggibonsi mediante un cavalcavia a luce unica, per poi scendere, su rilevato, fino alla nuova “Rotatoria 429” di innesto con la vecchia SRT 429.
condividi
  • Google Bookmarks
  • Twitter
  • Linkedin