News

Rassegna stampa
Il Sole 24 Ore parla di noi

In un bel articolo/intervista al presidente Luca Bosi, una riflessione sulla situazione attuale del Gruppo e sugli sviluppi futuri.
Ecco il testo integrale.

SICREA GROUP / Con le controllate Siteco e Sitecofer.
Asset su costruzioni, infrastrutture e ferro per l’edilizia

il futuro: allargare gli orizzonti all’estero
Tra i settori più importanti, spiccano Healthcare, Gdo, e rigenerazione urbana

Centocinque milioni di fatturato previsti nel 2014 per un Gruppo che, pur avendo il proprio core business in un comparto segnato dalla crisi, quello delle costruzioni e delle infrastrutture, ha saputo utilizzare al meglio i propri asset specialistici e competitivi, riuscendo a macinare risultati positivi e a programmare una prossima apertura di struttura sui mercati esteri. 
Si presenta così Sicrea Group,
costituito da Sicrea e dalle controllate Siteco e Sitecofer: la prima è concentrata sulle costruzioni, la seconda sulle infrastrutture, la terza è dedicata alla trasformazione del ferro per l’edilizia, lavorando per circa il 70% a servizio delle necessità del Gruppo. Il quartier generale di questa articolata realtà è a Reggio Emilia, sedi commerciali e operative si trovano a Milano e Roma. “Il nostro radicamento geografico è nazionale, da Torino ad Agrigento - spiega il presidente Luca Bosi -, tanto che attualmente abbiamo aperto 68 cantieri in tutta la Penisola”. Se sin qui il mercato domestico è stato la dimensione propria, con una concentrazione di interventi tra Emilia-Romagna e Lombardia, l’azienda è determinata ad allargare gli orizzonti “per poter mantenere gli attuali volumi anche in futuro”, considera Bosi. Per questo sono già in atto “significati investimenti commerciali sull’estero, con la creazione di un ufficio dedicato”. 
Il fatturato complessivo di Sicrea Group si compone di circa 100 milioni maturati nel settore delle costruzioni e delle infrastrutture per committenza equamente divisa tra privata e pubblica. Gli altri 5 milioni sono appannaggio di Sitecofer. Un ruolo importante nelle performance del gruppo lo gioca la composizione delle maestranze. “Delle 248 unità in organico - spiega Bosi - il 50% è costituito dalla componente tecnico-produttiva, ovvero geometri, architetti, ingegneri. Una dotazione robusta di queste figure, che ci consente di realizzare lavori diversi per dimensioni e tipologie”.
Pur avendo un know-how e una struttura che permette di lavorare su diversi ambiti, Sicrea Group ha deciso di puntare sempre di più su alcuni filoni che la contraddistinguono per particolare specializzazione. Uno di questi, e particolarmente importante, è rappresentato da Healthcare (ospedali, case di cure e edilizia sanitaria), “Solo negli ultimi due anni - fa notare Bosi - abbiamo realizzato 5 case di riposo comprese tra gli 80 e i 360 posti, di cui l’ultima da poco consegnata a Bergamo. Tra i fiori all’occhiello, inoltre, spicca la costruzione del Centro di Oncoematologia di Reggio Emilia. E' un’opera da 22 milioni - dice Bosi - dove ha anche sede un centro di ricerca; poi l’ala Sud del policlinico universitario di Padova, i lavori di ristrutturazione al Forlanini di Roma e in diversi altri nosocomi italiani”. 
Ulteriore settore di specializzazione è quello dell’edilizia scolastica, rispetto al quale negli ultimi due anni Sicrea si è misurata con la realizzazione di ben 11 edifici nuovi, antisismici ed energeticamente efficienti (classe A), “acquisendo una notevole competenza con molti aspetti innovativi - prosegue Bosi, che evidenzia anche la familiarità della società con “la realizzazione di grandi superfici commerciali per la Gdo”. Settore che “avrà un futuro” e che Sicrea Group sta monitorando impegnandosi contemporaneamente anche su quello della “rigenerazione urbana”. Infatti, se è vero che in questo momento sul mercato esiste una quantità significativa di “invenduto”, è altrettanto evidente che, prosegue Bosi “la necessità della riqualificazione in particolare sul fronte energetico delle costruzioni, anche di quelle relativamente recenti, rappresenta una prospettiva importante, soprattutto se ci si struttura, come stiamo facendo noi, per proporci quale soggetto in grado di rappresentare tutta la filiera: dalla progettazione alla realizzazione dell’intervento, fino alla gestione energetica dell’edificio”. Altrettanto importante e qualificata l’attività di Siteco, società attraverso la quale il Gruppo opera nella depurazione delle acque, nel sistema di trasporto fognario e per la manutenzione delle reti tecnologiche. In gestione, parte della rete gas e acqua di Torino e tutta quella della provincia di Reggio Emilia per interventi ordinari e straordinari. Tra gli impegni in corso, inoltre, la nuova conca di Isola Serafini sul Po. “Un lavoro da 30 milioni”, conclude Bosi.
Per ulteriori informazioni consultare il sito Internet: www.sicreagroup.com


Ultimo aggiornamento: 30/07/14
condividi
  • Google Bookmarks
  • Twitter
  • Linkedin
potrebbero interessarti anche queste news
  • rassegna stampa

    Legalità e attenzione al territorio: questi i nostri valori

    Da la Gazzetta di Modena.
    ​Luca Bosi presidente di SICREA Group, società di costruzioni con sede a Modena, fa il punto della situazione attuale.
    White List e rating legalità, un bilancio del primo anno "modenese", la situazione finanziaria del gruppo, gli indirizzi per il futuro e molto altro ancora.
    Questo il testo dell'intervista.
     

    Legalit%C3%A0+e+attenzione+al+territorio%3A+questi+i+nostri+valori
  • rassegna stampa

    Split payment: SICREA Group appoggia la richiesta all’Europa

    SICREA Group si unisce all’appello delle associazioni datoriali. Il presidente Bosi: “È un provvedimento che impatta in modo significativo su un settore che negli ultimi 10 anni è stato attraversato da una profonda crisi che ha portato alla perdita di molte aziende, posti di lavoro e fatturato”

    Split+payment%3A+SICREA+Group+appoggia+la+richiesta+all%E2%80%99Europa
  • rassegna stampa

    Abbiamo fatto una bella impresa

    FRA I BIG DELLE COSTRUZIONI IN ITALIA CI SIAMO CLASSIFICATI AL 34° POSTO.
    Nell’ultimo dossier ‘Edilizia e Territorio’ del Sole 24 ORE e dedicato alla speciale classifica delle prime cinquanta imprese
    italiane di costruzione c’è una grande novità. O meglio, una new entry che ci riempie di orgoglio e premia tutti gli sforzi compiuti. 

    Abbiamo+fatto+una+bella+impresa